banner_all_01.jpg

Quale soluzione è più adatta per te? Rivolgiti a un esperto per guadagnarci!

Costo del kWh termico

Quanto costa un kWh termico domestico?

E’ molto utile calcolarlo per valutare i risparmi nella spesa annua del riscaldamento di una casa. Il costo dipende dal tipo di tecnologia utilizzata per produrlo: ad es., caldaia a gas, caldaia a gasolio, stufa a pellet, pompa di calore, etc. I costi del combustibile sono reperibili in Internet o dalla bolletta energetica, dividendo l'importo pagato in fattura per un certo periodo di tempo (1 o più mesi) per il consumo relativo a tale periodo. Dall’analisi effettuata considerano i prezzi di mercato risulta più economico il kWh termico prodotto con la pompa di calore, seguito da quello prodotto con il pellet.

Tra i numerosi vantaggi descritti nelle pagine della sezione energie rinnovabili, riveste un ruolo rilevante il risparmio economico conseguente all’adozione di tecnologie che sfruttano le fonti rinnovabili.

Essendo ormai assodati i benefici per i singoli e per la collettività, come testimoniano anche gli incentivati con relativi benefici fiscali, in questa pagina illustriamo in dettaglio i costi ed i risparmi derivati dall’adozione di un impianto per la produzione di acqua calda sanitaria ed energia elettrica.

Nell’esempio, basato sui consumi di una famiglia media, abbiamo considerato:

  1. La realizzazione di un impianto da 4,8 KW per la produzione di acqua calda sanitaria (ACS) ed energia elettrica;
  2. L’ipotesi di utilizzo in auto-consumo del 30% di energia prodotta dall’impianto (è la quantità mediamente auto-consumata);
  3. Il guadagno di € 0,16 per ogni KWh immesso nella rete del gestore;
  4. Il risparmio di € 0,22 per ogni KWh auto-consumato, diversamente speso per l’acquisto di energia;
  5. la spesa annua di € 2.000 per l’acquisto del GAS necessario per il riscaldamento e l’acqua calda sanitaria (mediamente il riscaldamento corrisponde all’85% e l’acqua al 15%);
  6. Le agevolazioni fiscali descritte nell’apposita sezione.

La sintesi dei dati, dettagliati nella tabella successiva, è la seguente:

  • Costo dell’impianto: € 19,123 (iva inclusa)
  • Totale detrazioni: € 11.581, pari a € 1.158 all’anno per 10 anni
  • Guadagno annuo: € 618, per i KWh immessi in rete (70%)
  • Risparmio annuo: € 364, per i KWh non acquistati grazie all’autoconsumo (30%)

Già all’ottavo anno l’investimento è totalmente ripagato, con il totale delle detrazioni e dei risparmi di € 19,526. Allo scadere dei 10 anni, ovvero dopo il recupero totale delle detrazioni fiscali, la quota si incrementa a € 24.407, con un risparmio di € 5,284.

Dettaglio

Costi e risparmi

Lo sapevi che...?

La sonda è realizzata con una speciale lega di alluminio verniciato in modo da essere resistente alle intemperie? Leggi qui

Gli scaricatori permettono di salvaguardare l’impianto fotovoltaico da possibili scariche atmosferiche? Leggi qui

E' possibile accumulare l'energia prodotta per utilizzarla nelle ore notturne? Leggi qui

 Logo GSE  Logo Top Solar 100  finlombarda logo

Questo sito web utilizza i cookie per assicurare una migliore esperienza di navigazione. Oltre ai cookie di natura tecnica sono utilizzati anche cookie di profilazione utente e cookie di terze parti. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.