banner_all_01.jpg

Il riscaldamento radiante a pavimento è un sistema che consente di riscaldare gli ambienti domestici in modo ecologico, riducendo il consumo energetico ed evitando i costi di manutenzione. Sembra impossibile?

riscaldamento a pavimento 01Funzionamento. E’ molto semplice, sfrutta la potenza assorbita per riscaldare l’ambiente senza l’ausilio di fluidi termo vettori, componenti meccaniche e senza perdite di carico o dispersioni dovute ai componenti d’impianto. In altre parole, trasforma l’energia elettrica in calore radiante e garantisce la stessa temperatura in tutte le zone della stanza, diversamente dal classico riscaldamento con i radiatori che non la distribuisce in modo uniforme ma riscalda maggiormente le persone in prossimità del radiatore e meno quelle più lontane.

E’ ecologico. Il riscaldamento a pavimento è privo di emissioni inquinanti (non produce C02 durante le fasi di riscaldamento) in quanto sfrutta una tecnologia resistiva avanzata a bassa temperatura. Non produce inquinamento chimico o termico e, non avendo emissioni elettromagnetiche, non produce elettrosmog, consentendo di rispettare le normative Europee. Evita, inoltre, il movimento di polveri e acari oltre alla comparsa delle zone d’ombra sopra i caloriferi.

E’ sicuro. Il riscaldamento a pavimento non utilizzata combustibili fossili, gas naturali e neppure acqua circolante nei pavimenti, evitando così possibili perdite.

riscaldamento a pavimento 03E’ versatile. Può essere installato in spessori ridottissimi, anche direttamente sotto piastrella, ed è compatibile con tutti i tipi di pavimento, garantendo elevati livelli di comfort termico. E’ molto apprezzato per la sua “invisibilità” e per l’assoluta silenziosità. Viene posato direttamente su di uno strato di isolamento termico che ricopre il pavimento rifinito al cemento, quindi annegato nel cemento autolivellante e ricoperto da piastrelle.

E’ economico. La flessibilità e il tipo di posa lo rendono molto economico e competitivo sia nei costi di gestione che nei costi d’impianto. Indicativamente, i costi di realizzazione sono il 30-40% in meno rispetto alla pari soluzione ad acqua e non è necessaria alcuna manutenzione. Inoltre, l’impianto può essere acceso e spento a piacere, a differenza del sistema tradizionale ad acqua calda che deve essere sempre mantenuto a regime.

E’ semplice da gestire. Il sistema di termoregolazione elettronica, sorprendentemente semplice e preciso, permette di controllare il riscaldamento, limitando la temperatura del pavimento. Il cuore del sistema è il crono termostato in grado di controllare in modo autonomo tutti i parametri che caratterizzano il riscaldamento degli ambienti. Tramite il crono termostato è possibile impostare la temperatura in funzione della destinazione d’uso di ogni camera. Ha un’inerzia termica molto ridotta e raggiunge quindi in brevissimo tempo la temperatura di regime (max. 29 °C, come previsto dalla normativa UNI EN 1264-2).

E’ garantito. Il sistema di riscaldamento a pavimento ha una garanzia certificata di dieci anni, come previsto dalla normativa Italiana, ma la durata in piena efficienza è più che trentennale.

 

Lo sapevi che...?

La legge di stabilità 2013 ha esteso gli incentivi per il fotovoltaico e il solare termico? Leggi i dettagli

L’installazione di sistemi per la produzione di energia da fonti rinnovabili è incentivata da contributi statali sia nel campo termico sia in quello fotovoltaico? Leggi i dettagli

Gli scaricatori permettono di salvaguardare l’impianto fotovoltaico da possibili scariche atmosferiche? Leggi qui

 Logo GSE  Logo Top Solar 100  finlombarda logo

Questo sito web utilizza i cookie per assicurare una migliore esperienza di navigazione. Oltre ai cookie di natura tecnica sono utilizzati anche cookie di profilazione utente e cookie di terze parti. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.